Salvia – L’erba sacra

La salvia (Salvia officinalis) è una pianta perenne della famiglia delle Lamiaceae, parente lontana di altre erbe aromatiche come rosmarino, menta e timo. E’ una pianta caratteristica dell’Europa meridionale, in Italia cresce spontanea nelle zone centro-meridionali e nelle isole, ma è spesso coltivata in orti o giardini. Ama molto le temperature calde, non teme laContinua a leggere “Salvia – L’erba sacra”

La pornografia del dolore

Ho riflettuto molto su questo titolo appariscente, ma facendo una ricerca in rete ho scoperto l’esistenza di un mondo più oscuro di quello che avevo immaginato. L’idea degli articoli del collettivo zen è quella di analizzare situazioni sociali relative al contesto storico in cui viviamo, basandomi su questo avevo un’idea precisa sul pezzo da scrivere.Continua a leggere “La pornografia del dolore”

Hallelujahez

Il messaggio dell’artista Fedez diventi il Vangelo del vivere civile La domenica, come da tradizione inculcataci sin dalla tenera età, è sempre il momento giusto per santificare le feste. “Hallelujah, Hallejuah” è l’acclamazione di giubilo, già evocata in una canzone di Leonard Cohen che si sganciava dal significato meramente religioso del termine per attribuirgli unaContinua a leggere “Hallelujahez”

Non voglio equità: voglio parità!

                                                            ATTENZIONE Ciò che segue non è lettura adatta a chi ragiona in termini di assolutismo di visione, a chi mette in discussione solo il pensiero altrui ma il proprio diviene vangelo, intoccabile e indiscutibile. Ciò che segue è solo un puro, semplice ragionamento. non ha valenza di verità, né la portata rivoluzionaria della stessa,Continua a leggere “Non voglio equità: voglio parità!”

Calendula – La lacrima di Afrodite

La calendula (Calendula officinalis) é una pianta originaria del Nord Africa appartenente alla famiglia delle Compositae dai caratteristici fiori giallo-arancio (uno dei suoi soprannomi é infatti “fiorrancio”). Il suo nome deriva dalla parola latina calendae perché ha la strana proprietà di fiorire dall’inizio della primavera alla fine dell’autunno una volta ogni 30 giorni circa, alleContinua a leggere “Calendula – La lacrima di Afrodite”

Ventisei

E se il “ventiventi” volesse insegnarci qualcosa? Sono gli anni del consenso dissenziente, del silenzio rumoroso, dell’anticonformismo domato, della rivoluzione in scatola, dell’indignazione preconfezionata, prêt a porter, da ingurgitare all’occorrenza. Sono gli anni nei quali se esprimi il tuo pensiero devi stare attento a non essere troppo approssimativo o troppo appassionato, verresti additato come pacifista oContinua a leggere “Ventisei”

World Voice Day. La Giornata Mondiale della Voce

La giornata mondiale della voce nasce in Brasile nel 1999, per poi diventare un evento mondiale nel 2002. Non è un evento fine a se stesso. Nasce come forma di incoraggiamento a prendersi cura del proprio strumento di comunicazione. Perché la voce non è fondamentale solo per chi la utilizza per professione (cantanti, attori, performer,Continua a leggere “World Voice Day. La Giornata Mondiale della Voce”

Che fine ha fatto la bellezza?

Nel 2018 tra gli utenti dell’uscente iPhoneXS è scaturita una polemica inaspettata: il nuovo smartphone era colpevole di scattare selfie troppo perfetti. Non c’era nessun filtro bellezza da attivare o disattivare nelle impostazioni della fotocamera, semplicemente il software di quel tipo di smartphone era stato impostato in modo tale da rendere la pelle di qualsiasiContinua a leggere “Che fine ha fatto la bellezza?”

La fobia della civiltà

Scherza coi fanti ma lascia stare i Zan(ti): si potrebbe riassumere così l’ennesima pagina buia di una Nazione che sembra non aver ancora metabolizzato l’accantonamento delle lunghe ed interminabili stagioni di caccia alle streghe. Non sono infatti bastati quattro secoli di processi, torture e roghi per inculcare nel mondo contemporaneo una strategia comune nel superamentoContinua a leggere “La fobia della civiltà”

Empowerment femminile e altre questioni scomode

Di empowerment femminile si parla ormai “troppo” spesso. Il termine è entrato nel linguaggio comune e, a volte, se ne abusa. Non è più una parola solo per gli “addetti ai lavori”, ma i talk si sprecano. E anche a noi capita di parlarne davanti ad un caffè o un the. Eppure, l’ “empowerment” femminileContinua a leggere “Empowerment femminile e altre questioni scomode”