Erica – la forza vitale

L’erica (Erica vulgaris) è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Ericacee, della quale fanno parte oltre 600 specie in natura. Originaria del Sud Africa, cresce spontanea nelle zone montane e vallive dell’Italia, ama i terreni rocciosi e aridi e predilige i boschi di conifere. Tra settembre e novembre, la pianta produce piccoli fiori dalleContinua a leggere “Erica – la forza vitale”

I vantaggi della sofferenza

Il titolo non è tra i migliori, lo ammetto, fuorviante, forse leggermente d’effetto. Ci tengo a dirvi che la sofferenza è un tema che mi sta molto a cuore, negli ultimi anni ho conosciuto la sofferenza di molte persone, ho anche conosciuto, per la prima volta, la mia. È stata una costante, sempre presente, nonContinua a leggere “I vantaggi della sofferenza”

Vedo, sento, parlo…

La storia dei tempi che viviamo è una storia triste. Della poesia della malinconia non è rimasto nulla o, forse poco più, di una facciata fatta di pixel ed onnipotenza derivante dall’onniscienza del citazionismo rapido di GOOGLE. Il sapore del pane ancor prima che cominciassi a fumare, la distanza chilometrica tra i giorni tutti ugualiContinua a leggere “Vedo, sento, parlo…”

Circe e la magia della fragilità 

“Nacqui quando ancora non esisteva nome per ciò che ero”. Ho amato immediatamente questa prima frase che fa d’apertura al libro “Circe” di Madeline Miller e che sembra già trascinarci in una dimensione di incertezza in cui l’identità della protagonista si sbiadisce, si oscura dinnanzi alla luce abbagliante di chi abita il cielo e l’Olimpo.Continua a leggere “Circe e la magia della fragilità “

Ventisei

E se il “ventiventi” volesse insegnarci qualcosa? Sono gli anni del consenso dissenziente, del silenzio rumoroso, dell’anticonformismo domato, della rivoluzione in scatola, dell’indignazione preconfezionata, prêt a porter, da ingurgitare all’occorrenza. Sono gli anni nei quali se esprimi il tuo pensiero devi stare attento a non essere troppo approssimativo o troppo appassionato, verresti additato come pacifista oContinua a leggere “Ventisei”

Ognuno è una storia da raccontare

Il mattino è un via vai metodico. Questi serpentoni neri d’asfalto che si srotolano sotto i nostri piedi si lasciano calpestare da ondate di individui stanchi e assonnati che camminano, inseguono, rincorrono… semplicemente vanno. Tutto in modo ripetitivo, quasi schematico. Li guardi bene negli occhi e hanno ancora il ticchettio lento e veloce della svegliaContinua a leggere “Ognuno è una storia da raccontare”